Patrizia Guarnieri

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista.

Migranti, esuli e rifugiati per motivi politici e razziali

© Firenze University Press 2019 e-ISBN: 978-88-6453-872-3

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista

    Ringraziamenti

    Desidero ringraziare per il supporto e il patrocinio: 
    Paul Holdengräber e Thomas G. Lannon della New York Public Library, Cara Dellatte e lo staff dei Manuscripts, Archives and Rare Books alla NYPL per la grande assistenza prestata durante varie fasi delle mie indagini dal 2007 in avanti, e per tutto il materiale dell’ECADFS records fornito a scopo di ricerca. 
    Stephen Wordsworth, direttore del Council for At-Risk Academics in London per il permesso ad utilizzarne l’archivio storico, ossia le carte della SPSL: "Over 85 years since Cara was founded, academics still face danger from persecution, violence and conflict in many countries, and so Cara has continued its work, bringing hundreds to safety in recent years". Chris Fletcher, responsabile delle Special Collections alla Bodleian Libraries a Oxford, dove è attualmente conservato l’archivio della SPSL. 
    Anthony Tamburri, direttore del J. Calandra Italian American Institute, CUNY, NYC presso cui ho proseguito una parte di ricerca come M. Di Palermo McCauley Visiting Scholar, e i colleghi dell’IASA da cui ho ricevuto suggerimenti e attenzione, specie Marcella Bencivenni, Mary Gibson, Stan Pugliese.

    Per il continuo interessamento: Daniela Misul presidente della Comunità Ebraica di Firenze, Lea Campos Boralevi e Lionella Neppi Modona Viterbo con il Gruppo Studi Storici della stessa Comunità; Guido e Anne Calabresi anche per la generosa ospitalità a Manhattan; Helly Bonaventura Snir e Sergio Della Pergola, il quale fra l’altro ha reso possibile il reperimento di fascicoli della Hebrew University a Gerusalemme, e Michele Sarfatti. Senza Francesca Cavarocchi e il suo costante impegno non mi sarei neppure avventurata nell'idea di realizzare il data base, che speriamo possa implementarsi e offrire materiale per elaborazioni anche statistiche, secondo le sollecitazioni di Alessandra Petrucci. 

    Si ringraziano inoltre:
    Laura Solito prorettrice e Laura Giambastiani delegata del Rettore dell’Università di Firenze. Claudia De Venuto e Floriana Pagano della Direzione Cultura e Ricerca della Regione Toscana, Dario Abbate del Dipartimento SAGAS. Elisa Cavigli, Fioranna Salvadori, Fabio Silari e il personale dell’unità Archivio e trattamento degli atti dell’Università di Firenze che stanno riordinando le ancora sparse serie archivistiche dell’ateneo. Il personale degli archivi italiani ed esteri citati nelle biografie e rispettive fonti. In particolare Angie Goodgame e lo staff della Bodleian Library- Special Collections, Oxford; Leslie Anna Maley, Special Collections and Archives, Reid Library, The University of Western Australia; Yochai Ben-Ghedalia direttore del CAHJP a Gerusalemme, Anne Allis e Abbie Weiser, Special Collections, University of Texas at El Paso Library, Julien Couture, McGill University Archives, Montreal, il personale del New School Archive, New York. Hanno gentilmente dato assistenza per consultare i loro archivi, l’Ordine degli architetti di Firenze, cui risultano però mancanti le carte precedenti al 1940, l’Ordine degli ingegneri e l’Ordine dei medici di Firenze. L’Ordine degli avvocati di Firenze non ci ha autorizzato l’accesso per inagibilità.

    Tutti coloro che hanno offerto testimonianze, ricordi, documenti e foto su loro parenti, colleghi e conoscenti da biografare: Daniel Asheri (†), Irit Ashery Liebman, Alberto Barocas, Leonardo Bieber, Rachel Bonaventura Snir, Guido Calabresi, Lea Campos Boralevi, David Cassuto, Susanna Cassuto Evron, Piero Cividalli, Guido Clemente, Leo C. Pirani, Andrea De Marchi, Roberto De Philippis, Umberto Di Gioacchino, Carlo Franchetti, Annalia Franchetti, Liana Funaro, Diana Goldschmied, Irene Jolles, Maria Cristina Lauria, Maria Leuzzi Fubini, Jean Levi, Luisa Levi D’Ancona, Viviano Levi D’Ancona, Piera Levi-Montalcini, Michele Luzzatto, Gigliola Mariani Sacerdoti, Daniele Olschki, Maurizio Pincherle, Sylvia Poggioli, Romano Reuven Ravenna, Elena Lea Rossi Artom, Giovanna e Sara Volterra. 

    Tra i moltissimi che hanno aiutato a stabilire contatti o reperire indizi e fonti: Filippo Bauleo, Renato Camurri, Carlo Spartaco Capogreco, Roberto Casalbuoni, Alberto Cavaglion, Fiorella Citerni, Matteo Fiorani, Marcello Garzaniti, Giacomo Gibbuti, Carlo Ginzburg, Valeria Graffone, Elisa Lo Monaco, Stefano Luconi, Alessandro Mauro, Teresita Mazzei, Massimo Mazzoni,  Antonella Meniconi, Alessandra Minerbi, Anthony Molho, Ilaria Monda,  Giovanni Montroni, Mauro Moretti, Nerio Naldi, Giancarlo Paba, Antonio Panti, Penelope Poetis, Ilaria Romeo, Daniela Scala, Cosimo Schinaia, Michael Sierra, Edward Shorter, Valdo Spini, Massimo Tarassi, Simone Turchetti, Paola Zocchi. 

    Infine ringrazio le studentesse e gli studenti, francesi, italiani, olandesi, spagnoli, tedeschi del mio corso di Storia culturale dell’età contemporanea al Dipartimento SAGAS dell’Università di Firenze.