Patrizia Guarnieri

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista.

Migranti, esuli e rifugiati per motivi politici e razziali

© Firenze University Press 2019 e-ISBN: 978-88-6453-872-3

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista

    Gli anni della Repubblica

    Gli studi, la discussione e l’emanazione di misure legislative riparative si sono susseguite nell’arco di quarant’anni, fino al 2000, con l’istituzione del Giorno della Memoria. Si tratta di nome finalizzate a riparare e risarcire, anche moralmente, i danni ai singoli e alle comunità, agli enti e alle associazioni che sono state perseguitate per motivi politici e razzisti dal passato regime fascista per mezzo della legislazione speciale del 1925 e di quella «in difesa della razza». Questo lunghissimo e necessario percorso riparatore è indice di quanto devastanti siano state quelle leggi.


    Decreto ministeriale 25 novembre 1946 - Proroga del termine fissato dall'articolo 7 del decreto legislativo luogotenenziale 5 maggio 1946, n. 393, concernente la rivendicazione dei beni confiscati, sequestrati o comunque tolti ai perseguitati per motivi razziali.


    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 23 dicembre 1946, n. 472 - Proroga dei termini per le dichiarazioni di convalida e per quelle d’inefficacia di atti emanati sotto l'impero del sedicente governo della repubblica sociale (GU n. 298 SO, 31 dicembre 1946).

    Decreto del Capo provvisorio dello Stato 14 gennaio 1947, n. 68 - Norme per l'applicazione del decreto legislativo luogotenenziale 9 novembre 1945. n. 848, relativa al trattamento di quiescenza degli agenti dipendenti dalle aziende ferroviarie, tramviarie e di navigazione interna in concessione, esonerati per motivi politici o razziali (GU n. 59, 12 marzo 1947).

    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 29 marzo 1947. n. 148 - Proroga dei termini per la dichiarazione d’inefficacia di atti emanati sotto l'impero del sedicente governo della repubblica sociale italiana (GU n. 75, 1° aprile 1947).

    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 21 aprile 1947, n. 373 - Conferimento di cattedre negli istituti e scuole di istruzione elementare e media a candidati reduci e non reduci e ad alcune categorie di perseguitati politici e razziali (GU n. 120, 28 maggio 1947).

    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 11 maggio 1947, n. 364 - Successione delle persone decedute per atti di persecuzione razziale dopo l'8 settembre 1943 senza lasciare eredi successibili (GU n. 119, 27 maggio 1947).

    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 29 maggio 1947, n. 526 - Modalità per la erogazione dei fondi occorrenti per la gestione sequestrataria dei beni appartenenti a cittadini di razza ebraica ed a sudditi e Stati delle Nazioni Unite (GU n. 146, 30 giugno 1947).

    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 30 giugno 1947, n. 612 - Proroga dei termini per la dichiarazione di convalida o di inefficacia di atti emanati sotto l'impero del sedicente governo della repubblica sociale (GU n. 158, 14 luglio 1947).

    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 17 luglio 1947, n. 762 - Proroga del termine di cui all'articolo 7 del decreto legislativo luogotenenziale 5 maggio 1946, n. 393, concernente la rivendicazione dei beni confiscati. sequestrati o comunque tolti ai perseguitati per motivi razziali sotto l'impero del sedicente governo della repubblica sociale (GU n. 187, 18 agosto 1947).

    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 31 luglio 1947, n. 771 - Estensione del termine per l'esercizio dell'azione di rescissione concessa dall'articolo 19 del decreto legislativo luogotenenziale 12 aprile 1945, n. 222, contenente norme complementari, integrative e di attuazione del regio decreto-legge 20 gennaio 1944, n. 26, per la reintegrazione delle persone colpite da disposizioni razziali nei loro diritti patrimoniali (GU n. 190, 21 agosto 1947).

    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 31 luglio 1947, n. 801 - Modificazione dell'articolo 6 del regio decreto- legge 20 gennaio 1944. n.26, sulla reintegrazione dei perseguitati per motivi razziali nei loro diritti patrimoniali (GU n. 196, 28 agosto 1947).

    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 26 ottobre 1947, n. 1251 - Disposizioni per il collocamento fuori ruolo dei professori universitari che hanno raggiunto i limiti di età (GU n. 269, 22 novembre 1947).

    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 31 ottobre 1947, n. 1153 - Ulteriore proroga al 31 marzo 1948 dei termini previsti dagli articoli 3 e 4 del decreto legislativo luogotenenziale 5 ottobre 1944, n. 249, per la dichiarazione di convalida o di inefficacia dei provvedimenti emanati dal sedicente governo della repubblica sociale (GU n. 251, 31 ottobre 1947).

    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 30 novembre 1947, n. 1640 - Revisione delle libere docenze ed ammissione alla sessione di esami prevista dal decreto legislativo 26 maggio 1947. n. 525, di coloro che furono esclusi o non poterono partecipare alle passate sessioni per motivi politici o razziali o in dipendenza di contingenze belliche (GU n. 37, 13 febbraio 1948).

    Decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 3 dicembre 1947, n. 1725 - Ripristino del contributo statale a favore degli Asili infantili israelitici a norma della legge 30 luglio 1896, n. 343 (GU n. 53, 3 marzo 1948).

    Decreto ministeriale 4 dicembre 1947 - Proroga del termine fissato dall'articolo 1 del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 17 luglio 1947, n. 762, riguardante i beni dei perseguitati per motivi razziali sotto l'impero del sedicente governo della repubblica sociale.

    Decreto legislativo 23 marzo 1948, n. 265 - Integrazione delle norme sullo stato giuridico ed economico dei professori universitari (GU n. 90 SO, 16 aprile 1948).

    Decreto legislativo 16 aprile 1948, n. 577 - Conferimento di cattedre negli Istituti medi di istruzione ad alcune categorie di perseguitati politici e razziali (GU n. 127, 3 giugno 1948).

    Decreto legislativo 7 maggio 1948, n. 1033 - Disposizioni aggiuntive alle norme sulla riassunzione in servizio dei professori universitari già dispensati per motivi politici o razziali (GU n. 181, 6 agosto 1948).

    Legge 16 febbraio 1949, n. 84 - Agevolazioni per l'iscrizione nel ruolo dei revisori ufficiali dei conti, a favore dei non iscritti al cessato partito fascista o dei soggetti alle leggi razziali (GU n. 71, 28 marzo 1949).

    Legge 5 gennaio 1950, n. 23 - Ratifica, con modificazioni del decreto legislativo 7 maggio 1948, n. 1033, concernente disposizioni aggiuntive alle norme per la riassunzione in servizio dei professori universitari già dispensati per motivi politici o razziali (GU n. 41, 18 febbraio 1950).

    Legge 19 gennaio 1950, n. 24 - Ratifica, con modificazioni, del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 30 novembre 1947, n. 1640, concernente la revisione delle libere docenze e l'ammissione alla sessione di esame prevista dal decreto legislativo 26 maggio 1947, n. 525, di coloro che furono esclusi o non poterono partecipare alle passate sessioni per motivi politici o razziali o in dipendenza di contingenze belliche (GU n. 41, 18 febbraio 1950).

    Legge 11 aprile 1950, n. 220 - Estensione delle norme dei regi decreti-legge 6 gennaio 1944, n. 9 e 20 gennaio 1944, n. 25, relativamente ai dipendenti delle banche di interesse nazionale riammessi in servizio (GU n. 112, 16 maggio 1950).

    Legge 19 maggio 1950, n. 355 - Ratifica, con modificazioni, del decreto legislativo 23 marzo 1948, n. 265, concernente integrazione delle norme sullo stato giuridico ed economico dei professori universitari (GU n. 142, 23 giugno 1950).

    Legge 10 agosto 1950, n. 806 - Sistemazione degli insegnanti ex perseguitati politici e razziali nei ruoli della Pubblica istruzione (GU n. 225, 30 settembre 1950).

    Legge 14 gennaio 1953, n. 50 - Periodo di prova del personale scolastico assunto per effetto dei concorsi riservati ai perseguitati politici e razziali (GU n. 41, 19 febbraio 1953).

    Legge 12 febbraio 1955, n. 44 - Reimpiego e definizione del trattamento di quiescenza degli ex dipendenti degli enti pubblici nelle zone di confine cedute per effetto del Trattato di pace o comunque sottratte alla amministrazione italiana (GU n. 51, 3 marzo 1955).

    Legge 10 marzo 1955, n.96 - Provvidenze a favore dei perseguitati politici antifascisti o razziali e dei loro familiari superstiti (GU n. 70, 26 marzo 1955).

    Legge 9 aprile 1955, n. 266 - Estensione della legge 18 dicembre 1951, n. 1515, a coloro che hanno subìto persecuzioni razziali o politiche (GU n. 92, 21 aprile 1955).

    Legge 1° luglio 1955, n. 550 - Disposizioni per il mantenimento in servizio sino al 70° anno di età dei primari ospitalieri allontanati dal servizio per motivi politici o razziali (GU n. 161, 15 luglio 1955).

    Legge 8 novembre 1956, n. 1317 - Aggiunte e modifiche alla legge 10 marzo 1955, n. 96, concernente provvidenze a favore dei perseguitati politici italiani antifascisti o razziali e dei loro familiari superstiti (GU n. 302, 29 novembre 1956).

    Legge 8 dicembre 1956, n. 1429 - Sistemazione della carriera dei docenti della scuola elementare, secondaria e di istruzione artistica, in possesso dei requisiti di perseguitati politici o razziali, vincitori dei concorsi speciali (GU n. 1, 2 gennaio 1957).

    Legge 25 aprile 1957, n. 280 - Rettifica di atti dello stato civile relativi a persone perseguitate per motivi politici dall'8 settembre 1943 alla Liberazione (GU n. 117, 8 maggio 1957).

    Legge 11 giugno 1960, n. 602 - Proroga dei limiti di età per i professori delle Accademie di belle arti e dei Conservatori di musica perseguitati per ragioni politiche o razziali ed estensione ai professori universitari esclusi dai concorsi per ragioni politiche o razziali dei benefìci previsti dalla legge 19 maggio 1950, n. 355 (GU n. 162, 4 luglio 1960).

    Legge 14 marzo 1961, n. 130 - Riconoscimento di diritti ai cittadini già deportati ed internati dal nemico (GU n. 75, 24 marzo 1961).

    Legge 3 aprile 1961, n. 284 - Modifiche alle norme della legge 10 marzo 1955, n. 96, e della legge 8 novembre 1956, n. 1317, concernenti provvidenze a favore dei perseguitati politici italiani antifascisti o razziali e dei loro familiari superstiti (GU n. 103, 27 aprile 1961).

    Legge 28 luglio 1961, n. 831 - Provvidenze a favore del personale direttivo ed insegnante delle scuole elementari, secondarie ed artistiche, dei provveditori agli studi e degli ispettori centrali e del personale ausiliario delle scuole e degli istituti di istruzione secondaria ed artistica (GU n. 214, 30 agosto 1961).

    Decreto ministeriale 1° settembre 1961 - Sistemazione nei ruoli degli istituti di istruzione secondaria e artistica di insegnanti forniti di particolari requisiti. (GU n. 229, 14 settembre 1961)

    Decreto ministeriale 26 ottobre 1961 - Proroga dei termini fissati dal decreto ministeriale 1° settembre 1961 per la sistemazione in ruolo degli insegnanti forniti di particolari requisiti. (GU n. 269, 28 ottobre 1961)

    Legge 2 febbraio 1962, n. 37 - Modifiche e norme interpretative delle leggi 14 dicembre 1954, n. 1152 e 3 aprile 1958, n. 471 (GU n. 45, 19 febbraio 1962).

    Decreto del Presidente della Repubblica 6 ottobre 1963, n. 2043 - Norme per la ripartizione della somma versata dal Governo della Repubblica Federale di Germania, in base all'Accordo di Bonn del 2 giugno 1961, per indennizzi a cittadini italiani colpiti da misure di persecuzione nazionalsocialiste (GU n. 16, 21 gennaio 1964).

    Legge 15 dicembre 1965, n. 1424 - Interpretazione autentica dell'articolo 3 della legge 3 aprile 1961, n. 284, concernente modifiche alle norme della legge 10 marzo 1955. n. 96 e della legge 8 novembre 1956, n. 1317, relative a provvidenze a favore dei perseguitati politici italiani antifascisti o razziali e dei loro familiari superstiti (GU n. 1, 3 gennaio 1966).

    Legge 24 aprile 1967, n. 261 - Integrazioni e modificazioni della legislazione a favore dei perseguitati politici italiani antifascisti o razziali e dei loro familiari superstiti (GU n. 122, 16 maggio 1967)

    Legge 29 settembre 1967, n. 955 - Integrazioni e modifiche alle vigenti disposizioni concernenti concessioni di indennizzi e contributi per danni di guerra (GU n. 270, 28 ottobre 1967)

    Legge 14 marzo 1968, n. 211 - Modifiche agli articoli 10 e 13 del decreto del Presidente della Repubblica 6 ottobre 1963, n. 2043, concernente indennizzi alle vittime del nazionalsocialismo (GU n. 79, 26 marzo 1968).

    Legge 18 marzo 1968, n. 238 - Nuovi termini per l'emanazione dei provvedimenti di cui all'articolo 39 della legge 21 luglio 1965, n. 903, e norme integrative della medesima (GU n. 81, 28 marzo 1968).

    Legge 18 marzo 1968, n. 313 - Riordinamento della legislazione pensionistica di guerra (GU n. 90 SO, 6 aprile 1968).

    Legge 28 marzo 1968, n. 361 - Interpretazione autentica dell'articolo 1 della legge 10 marzo 1955, n. 96, e dell'articolo 1 della legge 3 aprile 1961, n. 284, relative a provvidenze a favore dei perseguitati politici italiani antifascisti o razziali e dei loro familiari superstiti (GU n. 94, 11 aprile 1968).

    Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1968, n. 488 - Aumento e nuovo sistema di calcolo delle pensioni a carico dell'assicurazione generale obbligatoria (GU n. 109, 30 aprile 1968).

    Legge 2 dicembre 1969, n. 997 - Norme integrative dell'articolo 4 della legge 10 marzo 1955, n. 96, concernente provvidenze a favore dei perseguitati politici antifascisti o razziali e dei loro familiari superstiti (GU n. 3, 5 gennaio 1970).

    Legge 24 maggio 1970, n. 336 - Norme a favore dei dipendenti civili dello Stato ed Enti pubblici ex combattenti ed assimilati (GU n. 144, 11 giugno 1970).

    Legge 11 giugno 1971, n. 441 - Interpretazione dell'articolo 78 del trattato di pace tra l'Italia e le Potenze alleate ed associate, firmato a Parigi il 10 febbraio 1947 e reso esecutivo con decreto legislativo 28 novembre 1947, n. 1430, concernente i cittadini italiani di origine ebraica (GU n. 172, 9 luglio 1971).

    Legge 8 luglio 1971, n. 541 - Norme di applicazione della legge 24 maggio 1970, n.336, recante benefici a favore dei dipendenti pubblici ex combattenti ed assimilati (GU n. 199, 7 agosto 1971).

    Legge 9 ottobre 1971, n. 824 - Norme di attuazione, modificazione ed integrazione della legge 24 maggio 1970, n. 336, concernente norme a favore dei dipendenti dello Stato ed enti pubblici ex combattenti ed assimilati (GU n. 262, 15 ottobre 1971).

    Decreto ministeriale 25 agosto 1972 - Modalità di cui all'articolo 6, terzo comma, della legge 9 ottobre 1971, n. 824, recante norme di attuazione, modificazione ed integrazione della legge 24 maggio 1970, n. 336 (GU n. 239, 13 settembre 1972).

    Legge 20 dicembre 1973, n. 824 - Norme sugli ufficiali di complemento e della riserva di complemento e sui sottufficiali di complemento e della riserva richiamati o trattenuti in servizio per lunghi periodi di tempo (GU n. 332, 28 dicembre 1973).

    Decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1973, n. 1092 - Approvazione del testo unico delle norme sul trattamento di quiescenza dei dipendenti civili e militari della Stato (GU n. 120 SO, 9 maggio 1974).

    Legge 23 febbraio 1974, n. 63 - Rendiconto generale dell'Amministrazione dello Stato per l'esercizio finanziario 1972 (GU n. 74 SO, 20 marzo 1974).

    Ordinanza ministeriale 1° giugno 1974 - Immissione di insegnanti abilitati nei ruoli delle scuole di istruzione secondaria con lingua di insegnamento slovena di Trieste e Gorizia.

    Decreto-legge 8 luglio 1974, n. 261 - Modificazioni alla legge 24 maggio 1970, n. 336, concernente norme a favore dei dipendenti dello Stato ed enti pubblici, ex combattenti ed assimilati (GU n. 178, 9 luglio 1974).

    Legge 14 agosto 1974. n. 355 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 8 luglio 1974, n. 261, recante modificazioni alla legge 24 maggio 1970, n. 336, concernente norme a favore dei dipendenti dello Stato ed enti pubblici, ex combattenti ed assimilati (GU n. 217, 20 agosto 1974).

    Legge 10 ottobre 1974, n. 496 - Disposizioni a favore di categorie del personale del Corpo delle guardie di pubblica sicurezza (GU n. 275, 22 ottobre 1974).

    Legge 16 gennaio 1978, n. 17 - Norme di applicazione della legge 8 luglio 1971, n. 541, recante benefici agli ex deportati ed agli ex perseguitati, sia politici che razziali, assimilati agli ex combattenti (GU n. 33, 2 febbraio 1978).

    Decreto del Presidente della Repubblica 23 dicembre 1978, n. 915 - Testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra (GU n. 28 SO, 29 gennaio 1979).

    Legge 18 novembre 1980, n. 791 - Istituzione di un assegno vitalizio a favore degli ex deportati nei campi di sterminio nazista K.Z. (Konzentrationslager) (GU n. 329, 1° dicembre 1980).

    Legge 22 dicembre 1980, n. 932 - Integrazioni e modifiche alla legislazione recante provvidenze a favore dei perseguitati politici antifascisti e razziali (GU n. 10, 12 gennaio 1981).

    Legge 26 aprile 1983, n. 131 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 febbraio 1983, n. 55, recante provvedimenti urgenti per il settore della finanza locale per l'anno 1983 (GU n. 117, 30 aprile 1983).

    Decreto ministeriale 10 febbraio 1987 - Approvazione della tutela e relative istruzioni di applicazione per il calcolo del valore capitale relativo alle maggiori quote di pensione a carico dell'l.N.P.S. derivanti dai benefici combattentistici in applicazione delle leggi 24 maggio 1970, n. 336, 8 luglio 1971, n. 541 e 9 ottobre 1971, n. 824.

    Legge 20 luglio 2000, n. 211 - Istituzione del "Giorno della Memoria" in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti (GU n. 177, 31 luglio 2000).

                                                                                                                                                                                                             a cura di Sergio Ciappina