Patrizia Guarnieri

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista.

Migranti, esuli e rifugiati per motivi politici e razziali

©2019 Author(s) Published by Firenze University Press
e-ISBN: 978-88-6453-872-3 | DOI: 10.36253/978-88-6453-872-3

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista

Giuseppe Levi (1872-1965)

Trieste 14 ottobre 1872 - Torino 3 febbraio 1965

Vite in movimento

Familiari emigrati

  • Lidia Tanzi (Milano 30 novembre 1878 - Torino 9 aprile 1957), moglie: emigrata nel 1939 a Liegi insieme al marito, rientrò in Italia dopo qualche mese.
  • Mario Levi (Firenze 16 febbraio 1905 - Calvi, Francia, 1 settembre 1973), figlio: attivista di Giustizia e Libertà, nel 1934 emigrò in Svizzera per sfuggire all'arresto e poi in Francia. Non rientrò in Italia e acquisì la cittadinanza francese.
  • Leone Ginzburg (Odessa 4 aprile 1909 - Roma 5 febbraio 1944), genero: immigrato a Viareggio da bambino nel 1914, con le leggi razziali divenne apolide. Arrestato e torturato, morì in carcere nel 1944.
  • Adriano Olivetti (Ivrea 11 aprile 1901 - Aigle, Svizzera, 27 febbraio 1960), genero: marito della figlia Paola, direttore della fabbrica Olivetti di Ivrea dal 1938. Nel 1926 si nascose per un breve periodo all'estero dopo aver collaborato alla fuga del socialista Filippo Turati. A causa della sua attività antifascista, emigrò nuovamente alla fine del 1943 e si rifugiò in Svizzera. rientrò in Italia alla fine del conflitto mondiale.

Enti di soccorso

  • Comité français pour l'accueil et l'organisation du travail des savants étrangers, Parigi
  • Society for the Protection of Science and Learning, London 
  • Emergency Committee in Aid of Displaced Foreign Scholars, New York
  • Fondation Francqui-Stichting, Bruxelles

Referenze

L'elenco di referenze fornito da Levi alla SPSL comprende 20 nomi, in parte non leggibili:

  • Ross Granville Harrison, New Haven; 
  • George R. Streeter e Warren Harmon Lewis, Baltimore; 
  • Alexis Carrel, New York; 
  • Albert Fisher, Copenhagen; 
  • Fauré-Fremet, Parigi; 
  • Honor B. Fell, Cambridge; 
  • W. Blooom, Chicago; 
  • A. Dustin, Bruxelles; 
  • R. Chambers, New York. 

Referenze effettive:
  • Honor B. Fell, direttrice Strangeways Research Laboratory, Cambridge GB (varie nel gennaio 1939); 
  • Albert Fisher, direttore del Carlsbergfondets Biologiske Institut di Copenhagen (6 gennaio 1939); 
  • Ross G. Harrison, rettore del dipartimento di Biologia di Yale University e National Research Council, Washington (25 febbraio 1939); 
  • Albert Dustin, direttore del laboratorio di anatomia patologica dell’Università di Bruxelles; 
  • Louis Rapkine (1904-1948), Comité français pour l'accueil et l'organisation du travail des savants étrangers, Parigi.

Relazioni d'aiuto

  • Honor B. Fell (1900-1986), direttrice dello Strangeways Research Laboratory (già Cambridge Research Hospital): nel 1938 gli offrì l’uso del laboratorio, ma senza stipendio.
  • Jean Firket (1890-1958), professore ordinario della Facoltà di Medicina dell’Università di Liegi: nel 1939 invitò il professore all’Istituto universitario di anatomia patologica di Liegi, di cui era il direttore.

Mobilità

1872Trieste

Nascita e formazione

  • Studente
1886Firenze

Studi liceali e universitari

  • Regio Istituto di studi superiori pratici e di perfezionamento di Firenze
  • Studente
1898Berlino

Ricercatore a Berlino

  • Ricercatore a tempo determinato nell’Istituto del biologo Oscar Hertwig
  • Incarico a tempo determinato
  • Docente universitario non di ruolo
1909Sassari

Straordinariato a Sassari

  • Università di Sassari, professore straordinario di Anatomia umana
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Docente universitario di ruolo
1914Palermo

Professore ordinario

  • Università di Palermo, professore ordinario di Anatomia umana
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Docente universitario di ruolo
1916Alleghe (BL)

Volontario in guerra

  • Servizio militare durante la prima guerra mondiale come maggiore medico volontario
1919Torino

Professore ordinario

  • Università di Torino, professore ordinario di Anatomia umana
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Docente universitario di ruolo
1939Liegi

Emigrazione in Belgio

  • Università di Liegi, Istituto di anatomia patologica di Jean Firket
  • Incarico a tempo determinato
  • Docente universitario non di ruolo
1941Torino

Ricercatore autonomo in neuroembriologia

  • Disoccupato
1942Ivrea (TO)

Sfollato

  • Disoccupato
1944Firenze

Rifugiato a Firenze

  • Disoccupato
1945Torino

Reintegrato

  • Università di Torino, professore ordinario di Anatomia umana
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Docente universitario di ruolo
1965Torino