Patrizia Guarnieri

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista.

Migranti, esuli e rifugiati per motivi politici e razziali

©2019-Author(s) Published by Firenze University Press
e-ISBN: 978-88-6453-872-3 | DOI: 10.36253/978-88-6453-872-3

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista

Gino Arias (1879-1940)

Firenze 1 ottobre 1879 - Córdoba, Argentina, 14 ottobre 1940

Vite in movimento

Familiari emigrati

  • Leonia Galletti Arias (Firenze 1887 –?), moglie: dopo l'emigrazione del marito rimase per qualche tempo in Italia ma infine emigrò in Argentina, a cinquantadue anni, con il figlio minore Valerio il 20 agosto 1939 sul piroscafo Neptunia, partendo da Napoli e ricongiungendosi così a Gino e al resto della famiglia. Non rientrò in Italia.
  • Bruno Arias (1909 – 1989), figlio: ingegnere, volontario durante la guerra civile spagnola con i franchisti, fu raggiunto proprio in Spagna dai provvedimenti razziali e costretto a svestire l’uniforme. Emigrò in Argentina il 3 ottobre 1939, ricongiungendosi al padre. Non rientrò in Italia.
  • Franco Arias (1916 – ?), figlio: agronomo, emigrò il 6 maggio in 1939 Argentina, seguendo il padre. Secondo una lettera scritta dal padre a suo fratello Guido Arias (rimaso in Italia) Franco emigrò poi in Paraguay. Non rientrò in Italia.
  • Irene Arias (1917 – ?), figlia: emigrò il 30 gennaio 1939 in Argentina con il padre, si iscrisse alla facoltà di lettere. Pubblicò postumo il volume Manual de Economía política del padre nel 1942. Diventò professoressa di latino al Colegio Nacional de Buenos Aires. Non rientrò in Italia.
  • Valerio Arias (1924 – ?), figlio: studente, emigrò il 20 agosto 1939 in Argentina con la madre, ricongiungendosi al resto della famiglia. Non rientrò in Italia.
.

Relazioni d'aiuto

  • Amintore Fanfani (Pieve Santo Stefano, Arezzo 6 febbraio 1908  Roma 20 novembre 1999), professore di storia economica all’Università cattolica di Roma: gli propose di emigrare in Brasile prospettando delle opportunità nelle università locali.
  • Giovanni Gentile (Castelvetrano, Trapani 30 maggio 1875 - Firenze 15 aprile 1944), filosofo: tentò «invano» di fornirgli assistenza perché restasse in Italia.

Mobilità

1879Firenze

Nascita e formazione

  • Liceo Galileo Galilei
1896Pisa

Iscrizione a giurisprudenza

  • Università di Pisa; si trasferì poi a Bologna, tornò a Pisa per l'a.a. 1899-1900, laureandosi infine a Bologna nel 1900.
  • Studente
1903Pisa

Libera docenza

  • Università di Pisa
  • Incarico a tempo determinato
  • Libero docente
1905Roma

Libera docenza

  • Università di Roma
  • Incarico a tempo determinato
  • Libero docente
1909Genova

Docente di economia politica

  • Università di Genova
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Docente universitario di ruolo
1924Firenze

Professore ordinario

  • Università di Firenze; dal 1934 la cattedra viene rinominata Economia politica corporativa.
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Docente universitario di ruolo
1936Roma

Professore ordinario

  • Università di Roma; sospeso dal servizio nel 1938.
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Docente universitario di ruolo
1939Buenos Aires

Emigrazione in Argentina

1939Tucumán (Argentina)

Docente universitario

  • Universidad Nacional de Tucumán
  • Incarico a tempo determinato
  • Docente universitario di ruolo
1940Córdoba (Argentina)

Docente universitario

  • Universidad Nacional de Córdoba
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Docente universitario di ruolo
1940Córdoba (Argentina)