Patrizia Guarnieri

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista.

Migranti, esuli e rifugiati per motivi politici e razziali

©2019-Author(s) Published by Firenze University Press
e-ISBN: 978-88-6453-872-3 | DOI: 10.36253/978-88-6453-872-3

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista

Erich Goldberg (1892-1942)

Berlino 28 settembre 1892 - Singapore 14 febbraio 1942

Vite in movimento

Familiari emigrati

  • Annemarie Eleonore Curth Goldberg (24 febbraio 1904 Trebnitz, Germania - 1997 Surrey, GB), moglie: medico, fuggì come lui dalla Germania e si rifugiò in Italia dove sposò Erich; nel 1939 emigrarono insieme a Singapore dove esercitò la professione privata;  nel '42 evacuata, si salvò dalla nave bombardata dai giapponesi; internata a Sumatra, dopo un periodo in Australia tornò a Singapore. Rientrò in Italia nel 1956 con il secondo marito, e trascorse gli ultimi anni della sua vita in Inghilterra.
  • Ernst Albrecht Curth (Trebnitz, Germania, 28 maggio 1910 - Pittsburgh 19 settembre 1995), cognato: si rifugiò in Francia; apolide, nel 1948 emigrò negli Stati Uniti, dove fu naturalizzato e rimase fino alla morte. Non rientrò in Europa. 

Enti di soccorso

  • Provincial Immigration Committee (con varie denominazioni), Church of England, Western Australia 

Relazioni d'aiuto

  • Amici a Perth (nomi illeggibili): si offrirono come garanti per il visto di immigrazione. 
  • Arcivescovo della chiesa anglicana a Perth: lo raccomandò al Department of Interior, Canberra, perché gli concedesse il visto per l’Australia, nel marzo-aprile 1939.
  • L.W. Parry, arcidiacono della chiesa anglicana nella stessa diocesi di Perth: lo raccomandò per un secondo visto nell’ottobre 1941.
  •  Alfred Arthur Robertson (1888-1977), segretario del Provincial Immigration Committee della Chiesa anglicana in Western Australia, con sede a Perth: lo raccomandò a John Curtin, leader dell’opposizione nel Parlamento del Commonwealth a Canberra, per fargli avere il visto australiano nell’aprile 1939.
  • John Curtin (1885-1945), leader dell’Australian Labour party dal 1935 e membro del Parlamento: nel 1939 raccomandò la richiesta di Goldberg per un visto di ingresso in Australia. Dall’ottobre 1941 alla sua morte nel ’45 fu primo ministro e fronteggiò il rischio dell’invasione dell’Australia.
  • E.D. Shearn, avvocato a Kuala Lumpur, Malesia, in uno studio legale (tuttora attivo) avviato nel 1905: cercò di difendere Goldberg dall’espulsione inflittagli dal governo malese nel luglio 1941.

Mobilità

1892Berlino

Nascita e formazione

?1911 ca. Breslavia

Studi universitari, poi assistente

  • Università di Breslavia
  • Studente,Incarico a tempo determinato
  • Assistente universitario
19171917 ca. Francoforte

Assistente universitario

  • Università di Francoforte
  • Incarico a tempo determinato
  • Assistente universitario
1934Pisa, Italia

Emigrazione in Italia

  • Studente
  • Medico/Dentista
1934Firenze

Spostamento a Firenze

  • Non occupato,Libera professione
  • Medico/Dentista
1939Singapore

Emigrazione a Singapore

  • Vice superintendent del Mental Hospital dal 1° luglio 39 al 30 giugno 1941; dal novembre 1941 internato a Singapore; nel febbraio 1942 evacuato; risulta disperso.
  • Non occupato,Disoccupato,Incarico a tempo determinato
  • Medico/Dentista
1942Singapore