Patrizia Guarnieri

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista.

Migranti, esuli e rifugiati per motivi politici e razziali

©2019-Author(s) Published by Firenze University Press
e-ISBN: 978-88-6453-872-3 | DOI: 10.36253/978-88-6453-872-3

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista

Robert Max Vasilii Kempner (1899-1993)

Friburgo 17 ottobre 1899 - Königstein im Taunus (Germania) 15 agosto 1993

Vite in movimento

Familiari emigrati

  • Ruth Lydia Hahn (Geislingen an der Steige, Germania 8 luglio 1914 – Stoccolma 4 maggio 1982), seconda moglie: assistente sociale, scrittrice e pubblicista, emigrata in Italia a Firenze nel 1935; dopo il matrimonio prese il nome Benedicta Maria Kempner. Emigrò in Francia nel 1938 con Robert e quindi negli Stati Uniti nel 1939, dove si occupò di crimini nazisti contro le chiese, i sacerdoti e le monache del vecchio continente. Non rientrò in Europa.
  • Lucian W. Kempner (Berlino 6 luglio 1923 – Maryland, USA 16 luglio 2009), figlio: studente, emigrò a Firenze negli anni ’30, dopo la separazione dei genitori. Ricondotto dalla madre in Germania nel 1937, arrestato nel 1943 e internato nei lager nazisti, sopravvisse ed emigrò giungendo a New York il 23 maggio 1946 e ricongiungendosi al padre a Philadelphia. Non rientrò in Europa.
  • André Kempner (Nizza 31 marzo 1939 – Fjälkinge, Svezia 21 settembre 1997), figlio: la madre, Margot Lipstein (poi Lipton) (23 maggio 1914 – ?), aveva lavorato come segretaria di Robert mentre si trovava a Nizza e lo raggiunse negli Stati Uniti nel 1940. André trascorse la Seconda guerra mondiale a Nizza ed emigrò negli Stati Uniti l’11 ottobre 1951, dove fu adottato dai coniugi Kempner; in seguito, si trasferì in Svezia.
  • Walter Kempner (Berlino 25 gennaio 1903 – Durham, USA 27 settembre 1997), fratello: laureato nel 1928 in medicina presso l’Università di Heidelberg (Germania), emigrato nel 1934 a Durham, USA, divenne professore associato di fisiologia cellulare presso la Duke University (Durham); si distinse quale studioso di dieta e metabolismo. Non rientrò in Germania.
  • Marie Luise Hahn (Geislingen, Germania 1876 – ?) suocera: a 73 anni emigrò negli Stati Uniti il 29 settembre 1949 , imbarcandosi con il genero e la figlia per andare a vivere con loro a Philadelphia.

Enti di soccorso

  • Emergency Committee in Aid of Displaced Foreign Scholars, New York.
  • National Coordinating Committee for Aid to Refugees and Emigrants Coming from Germany, New York.
  • Oberlaender Trust, Philadelphia.
  • Society for the Protection of Science and Learning, Londra.

Referenze

Referenze indicate:

  • Wilhelm Abegg (1876 - 1951), ex-Segretario di Stato, emigrato a Zurigo;
  • Cora Berliner (1890 - 1942), economista e docente fino al 1933, attiva nella League of Jewish Women;
  • [?] Hahn, Lieutenant-General di Berlino;
  • Hans Herrmann, già consigliere al ministero prussiano della giustizia, emigrato a Como;
  • Carolus Mennicke (1887 - 1958), pedagogista e socialista tedesco, emigrato ad Amersfoort (Paesi Bassi);
  • Don Lazër Shantoja (1891 - 1945), sacerdote cattolico albanese, esperto di esperanto, La Motte (Svizzera).
Referenze effettive:
  • Stephen B. Sweeney, direttore dell’Institute of Local and State Government dell’University of Pennsylvania (Philadelphia);
  • Mazÿck Porcher Ravenel (1862 - 1946), professore emerito di medicina all’University of Missouri (Columbia);
  • Carl Severing (1875 - 1952), ex-ministro dell’Interno di Prussia (1920–26; 1930–32) e della repubblica di Weimar (1928-1930);
  • Hans Simons (1893 - 1972), già Direktor der Hochschule für Politik (Berlino), emigrato negli Stati Uniti nel 1935;
  • Erich Klausener (1885 - 1934), Ministerialdirektor, Chef der Polizeiabteilung des Innenministeriums;
  • Bill Drews (1870 - 1938), presidente della Corte suprema amministrativa di Prussia;
  • L'editore Ullstein Verlag (Berlino).

Relazioni d'aiuto

  • Mazÿck Porcher Ravenel (1862 - 1946), professore emerito di medicina all’University of Missouri: nel dicembre 1938 segnalò Kempner (di cui conosceva la madre batteriologa) al collega Farrand Livingston per raccomandarlo all’ECADGS;
  • Stephen B. Sweeney, direttore dell’Institute of Local and State Government dell’University of Pennsylvania: chiese un sostegno all’ECADGS per cofinanziare un incarico temporaneo a Kempner, e garantì copertura finanziaria di 900 dollari a integrazione del grantee di 1000 dollari dell’Emergency Committee per un anno di lavoro.

Mobilità

1899Friburgo

Nascita e formazione

  • Studiò alle università di Berlino, Bratislava e Friburgo
1920Berlino

Lavoro e avviamento alla carriera giuridica

  • Giornalista; avvocato presso Erich Frey; assistente del Procuratore di Stato; Deutsche Hochschule für Politik; lavoro presso il Ministero dell'interno. Licenziato nel 1934
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Avvocato,Funzionario,Giornalista,Docente universitario non di ruolo
1935Columbia-Haus (Berlino)

Arresto

  • Revoca della cittadinanza
1935Firenze

Emigrazione in Italia

  • Landschulheim Florenz
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Insegnante
1938Nizza

Emigrazione in Francia

  • Disoccupato
1939New York

Emigrazione negli Stati Uniti

1940Pennsylvania

Lavoro negli USA

  • University of Pennsylvania, collaborazione con uffici governativi
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Consulente,Docente universitario di ruolo
1945Parigi

Indagini sui crimini nazisti

  • Incarico a tempo indeterminato
  • Funzionario
1945Norimberga

Procuratore americano al processo di Norimberga

  • Incarico a tempo indeterminato
  • Funzionario
1949Lansdowne (Pennsylvania)

Rientro negli USA

  • Viaggi negli USA e in Germania, rappresentò clienti ebrei nelle cause di restituzione dei beni sottratti dai nazisti
  • Libera professione
  • Avvocato
1961Gerusalemme

Collaborazione al processo Eichmann

  • Libera professione
  • Avvocato,Consulente
1965Cuneo

Viaggio in Italia

  • Su invito del «Comitato per l’affare Peiper»
  • Libera professione
  • Avvocato
1967Monaco di Baviera

Lavoro da avvocato

  • Processi a carico dei responsabili di deportazioni durante la guerra
  • Libera professione
  • Avvocato
?Francoforte, Locarno

Ritorno in Germania

  • Anni '70: visse tra Francoforte e Locarno
1993Königstein im Taunus (Germania)