Patrizia Guarnieri

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista.

Migranti, esuli e rifugiati per motivi politici e razziali

©2019-Author(s) Published by Firenze University Press
e-ISBN: 978-88-6453-872-3 | DOI: 10.36253/978-88-6453-872-3

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista

Jeanne Modigliani (1918-1984)

Nizza 29 novembre 1918 - Parigi 27 luglio 1984

Ancora non disponibile

Familiari emigrati

  • Mario Levi (Firenze 16 febbraio 1905 - Calvi, Corsica, Francia 1 settembre 1973), primo marito: attivista di Giustizia e Libertà, nel 1934 emigrò in Svizzera per sfuggire all'arresto e poi in Francia. Non rientrò in Italia e acquisì la cittadinanza francese.
  • Giuseppe Emanuele Modigliani (Livorno 28 ottobre 1872 - Roma 5 ottobre 1947), zio: avvocato socialista, nel 1926 lasciò l'Italia per sfuggire alle violenze fasciste insieme alla moglie Vera, emigrando in Austria e poi in Francia. Dopo l’armistizio francese scappò in Svizzera. Rientrò in Italia il 13 ottobre 1944, a 72 anni.
  • Vera Funaro Modigliani (Alessandria d’Egitto 24 maggio 1888 - Roma 3 dicembre 1974), zia acquisita: emigrò con il marito in Austria nel 1926 e ne condivise le peregrinazioni. Rientrò in Italia con il marito nel 1944.