Patrizia Guarnieri

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista.

Migranti, esuli e rifugiati per motivi politici e razziali

©2019-Author(s) Published by Firenze University Press
e-ISBN: 978-88-6453-872-3 | DOI: 10.36253/978-88-6453-872-3

Intellettuali in fuga dall'Italia fascista

Carlo Sforza (1872-1952)

Lucca 23 settembre 1872 - Roma 4 settembre 1952

Vite in movimento

Familiari emigrati

  • Valentine Errembault de Dudzeele Sforza (Berna 7 ottobre 1875 – Roma 31 gennaio 1969), moglie: aristocratica belga. I due si sposarono a Vienna il 4 marzo 1911. Il fratello di Valentine, il conte Gaston Errembault de Dudzeele, sposò poi nel 1920 Natalija Konstantinović, la vedova del principe di Montenegro (cognato di Vittorio Emanuele III), imparentando quindi Carlo Sforza con il Re d’Italia. Emigrò con il marito e i figli in Belgio, suo paese natale, nel 1927 e quindi negli Stati Uniti nel luglio 1940. Dopo la guerra rientrata in Italia.
  • Fiammetta Bianca Maria Sforza Scott (Pechino 3 ottobre 1914 – Massa 26 giugno 2002), figlia: emigrò con i genitori in Belgio nel 1927 e quindi negli Stati Uniti nel luglio 1940. Rientrata in Italia dopo la guerra, sposò Howard Scott, direttore della British School di Milano.
  • Sforza “Sforzino” Galeazzo Sforza (Corfù 6 settembre 1916 – Strasburgo 28 dicembre 1977), figlio: scultore, emigrò con la famiglia prima in Belgio nel 1927 e in seguito negli Stati Uniti nel luglio 1940. Rientrò in Italia con il padre il 18 ottobre 1943, arruolandosi nella divisione «Friuli», inserita nella VIII armata britannica. Divenne segretario generale aggiunto del Consiglio d’Europa e funzionario dell’UNESCO. Sposò Corinne Simon (Loctudy, Francia 4 settembre 1927 - Parigi 3 aprile 2011) e, in seconde nozze, Annette Spehner, funzionaria dell’Istituto Internazionale per i Diritti dell’Uomo, il 1 aprile 1969.

Mobilità

1872Lucca

Nascita

1896Pisa

Laurea

  • Università di Pisa, facoltà di giurisprudenza
  • Studente
1896Cairo

Inizio della carriera diplomatica

  • Applicato consolare; 1897 addetto di legazione a Parigi; 1901 segretario consolare a Istanbul; 1904 segretario consolare a Pechino; 1905 incaricato d'affari a Bucarest
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Funzionario
1905Roma

Segretario particolare del ministero degli esteri

  • Destinato poi a Madrid (1906) e Istanbul (1908)
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Funzionario
1911Budapest

Console generale

  • Incarico a tempo indeterminato
  • Funzionario
1911Pechino

Ministro plenipotenziario del governo italiano

  • Incarico a tempo indeterminato
  • Funzionario
1916Corfù

Prima guerra mondiale

  • Ministro plenipotenziario del governo italiano presso il governo serbo; poi destinato a Istanbul (1918) come Alto commissario italiano per l'attuazione dell'armistizio con l'Impero ottomano
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Funzionario
1919Roma

Sottosegretario agli affari esteri

  • Ministro degli esteri dal 1920
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Funzionario
1921Parigi

Ambasciatore italiano in Francia

  • Dimesso nel 1922
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Funzionario
1922Roma

Senatore

  • Opposizione parlamentare al fascismo
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Funzionario
1927Bruxelles

Emigrazione

  • Visse tra Belgio e Francia; alcuni viaggi negli USA
  • Lavoro saltuario
  • Giornalista,Lettore
1940Londra

Trasferimento nel Regno Unito

1940New York

Emigrazione negli Stati Uniti

  • Attività antifascista
  • Lavoro saltuario
  • Giornalista,Lettore
1942Montevideo

Congresso di Montevideo

  • Oratore al congresso delle associazioni antifasciste sudamericane (17-22 agosto)
1943Londra

Colloqui con Churchill e Eden

1943Bari

Rientro in Italia

1944Brindisi

Ministro senza portafoglio

  • Alto commissario all’epurazione
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Funzionario
1944Roma

Alto commissario all’epurazione

  • Fino al dicembre 1944; Ministro degli Esteri 1947-1951.
  • Incarico a tempo indeterminato
  • Funzionario
1952Roma